Chi è giovane?

Il mio nonno così rispondeva: “giovane è chi abbia sempre la voglia di ricominciare”.

Chi è all’inizio della propria esistenza, con mille ideali e pensieri su come sarà la propria vita, come ero io quando ascoltavo le parole del mio nonno, poco capisce della parola “ricominciare”.

Lo sa bene chi dopo essersi sposato, con gioia e per amore, si ritrova a dover affrontare un divorzio.

Lo sa bene chi ha un bel posto di lavoro e vive una vita agiata, si ritrova licenziato da un giorno all’altro.

Lo sa bene chi mette al mondo un figlio, e gli arriva una telefonata per avvertirlo che il suo bambino è morto in un incidente stradale.

lo sa bene chi gode di ottima salute, e ad una visita di routine gli viene diagnosticato un tumore maligno.

Lo sanno bene tutti coloro che dopo aver progettato la propria vita sono costretti a rimettere tutto in ballo e ricominciare da zero. Ed è già grande cosa se nella vita questo accade una volta sola.

Ed allora noi siamo giovani, lo saremo sempre, perché c’è sempre la voglia di ricominciare, di non arrendersi, di accogliere ogni nuova sfida, di rivoluzionare il nostro modo di vivere per ricominciare con qualcun altro, ricominciare accogliendo un bimbo nuovo, ricominciare reimpostando le nostre sicurezze, ricominciare formandosi.

Largo ai giovani, anche quelli di cinquanta, sessanta e settant’anni che rimettono in gioco la propria vita perché credono in quello che fanno.

Ricominciare non è mai facile, ma è sempre necessario.
Io trovo forza in Dio. Non attendo risposte, ma propongo soluzioni, ma lascio decidere a lui quale sia la migliore.

Share This