Restare Bambini

E’ bello vederli crescere, osservare ogni minimo cambiamento, capire il loro carattere che si sta formando pian piano.
Il loro sentimento che si sviluppa puro ed innocente acquisendo ogni giorno più consapevolezza di sé.

Vorremmo che non crescessero mai, vorremmo averli sempre piccoli da poter coccolare e proteggere, vorremmo che non arrivasse mai la fase critica dell’adolescenza fatta di scontri ed incomprensioni, vorremmo costruire per loro un futuro meraviglioso senza essere invadenti, vorremmo conoscere tutto di loro senza oltraggiare la loro privacy, vorremmo essere genitori migliori.

Non è facile dosare ciò che vorremmo da ciò che dovremmo, ma sicuramente necessario per non viziarli e per non essere distanti

Sta a noi farli crescere uomini e donne con sani principi, rispettosi del prossimo, altruisti, furbi quanto basta, consapevoli dei propri limiti.

Un aspetto che talvolta non si tiene in considerazione nell’educare i propri figli è quello del restare un po’ Bambini.
Si predilige la scuola, la maturità, la crescita e sempre prima li facciamo svolazzare da soli tra le vie del mondo.

Abbiamo fretta che diventino adulti

Per cosa?
Per poi rammaricarsi se hanno fatto le loro esperienze sessuali troppo presto?
Perché usino impropriamente il cellulare e rischino di partecipare a giochi volti al suicidio?
Per far si che incontrino persone che possano approfittarsi di loro?
Ma quale fretta abbiamo di vederli crescere?

Coltiviamo il loro essere fanciulli e nella loro maturità conserveranno la fanciullezza che li aiuterà a prendere le cose con un filo di ironia, a farli ridere per le stupidaggini, a farli giocare con i propri figli divertendosi come matti.

Coltiviamo la fanciullezza dentro di noi, non perdiamo la gioia di essere Bambini, evitiamo di essere rigidi come manici di scopa ed il mondo ci sorriderà perché chiunque è disponibile a dare una carezza ad un Bambino.
——————–
Fanciulli si nasce o si diventa?

it_ITItaliano
en_GBEnglish (UK) it_ITItaliano
Share This